Cassetta

degli attrezzi

TEACHmi Toolbox mira a incoraggiare la dimensione interculturale delle pratiche educative, attraverso la creazione di ainsieme di materiali, strumenti e linee guida per la formazioneper insegnanti, formatori, dirigenti scolastici e altri professionisti che si impegnano a sostenere gli studenti di recente arrivo (di età compresa tra12-18) con background migratorio.

Il Toolbox copre 6 argomenti:

Young Teacher
 

Gli argomenti 1-5 suggeriscono una buona pratica e il suo potenziamento nel contesto del progetto TEACHmi. Pertanto, vengono proposte una serie di attività, comprese istruzioni dettagliate e materiali scaricabili, adattabili a diversi ambienti di apprendimento. Alla fine degli argomenti, gli utenti possono cliccare su “Verifica le tue conoscenze!”, per testare quanto appreso. Riferimenti e link permettono di scoprire di più sull'argomento.

 

L'argomento 6 offre una raccolta di casi di studio dai paesi partner del progetto volti a favorire la riflessione su temi sensibili di contesti multiculturali attraverso scenari di vita reale e identificare possibili soluzioni/esercizi per superare situazioni critiche. Per ogni caso di studio, gli utenti possono condividere le loro opinioni sul forum online TEACHmi.  

Inizia con gli argomenti!

Scopri di più

Il componente principale della casella degli strumenti èinclusionedegli studenti migranti nell'istruzione secondaria, attraverso una serie innovativa di risorse e attività a sostegno degli insegnanti e con particolare attenzione alle lingue di scolarizzazione. 

Le barriere all'inclusione possono derivare dalla paura dello studente di essere rifiutato, dal fallimento scolastico o dall'essere incompreso, dalla vergogna associata alla necessità di andarsene o scappare dalla propria casa, da traumi non diagnosticati, da altre barriere linguistiche e culturali, dalle differenze nei sistemi educativi. A volte, le barriere possono essere create involontariamente dagli insegnanti, che non hanno tempo per conoscere le storie personali degli studenti.

Pertanto, l'inclusione degli studenti migranti richiede inevitabilmente un'attenzione costante a molti diversi contesti della vita quotidiana, andando oltre le mura scolastiche. 

Al fine di promuovere l'inclusione e le strutture interculturali, consideriamo5 pietre miliari: Lingue, cultura e stereotipi, diversità, partecipazione, riflessione e applicazione. 

Argomento 1introduce il concetto di “lingua di scolarizzazione”. Per favorire l'apprendimento della lingua del paese ospitante da parte degli studenti, proponiamo la buona pratica del tutoraggio tra pari, basata sul buon esempio del progetto TANDEM NOW. Il tutoraggio tra pari creerà opportunità uniche per costruire connessioni tra coetanei.

 

Argomento 2“Capire le culture – Cosa sono?” tratta del complesso concetto di cultura: Comprendere il significato della cultura è essenziale per stabilire relazioni sane con altre persone e per plasmare la nostra identità. Lo storytelling può contribuire a ridurre immagini di parte e stereotipi, valorizzare la diversità e sviluppare empatia in classe, sviluppando così una cultura universale dei diritti umani. 

Tuttavia, per molte persone, la diversità culturale e l'apprendimento interculturale sono inevitabilmente associati a un potenziale conflitto. Le competenze interculturali sono fondamentali per prevenire i grandi conflitti.Argomento 3mira a rafforzare la consapevolezza e la sensibilità interculturale, partendo dalla buona pratica dell'“analisi degli incidenti critici” di Cohen-Emrique.

Al fine di rafforzare le competenze degli insegnanti nella gestione della diversità e nella mediazione culturale,Argomento 4propone l'uso dei circoli riparativi come buona pratica per trasformare le differenze culturali critiche in un'occasione di scoperta personale, comprensione degli altri e di crescita e sviluppo generale. 

Così,Τopica 5applicare un approccio "imparare giocando" per educare ai valori dell'UE e alla cittadinanza attiva, al fine di favorire la creazione di un forte sentimento di appartenenza comune. 

Infine, analizzando diversi scenari di vita reale inArgomento 6, gli insegnanti miglioreranno la loro capacità di identificare i temi sensibili dei contesti multiculturali e svilupperanno le proprie soluzioni per affrontarli.